Filippine

Super tifone Noru: la distruzione è enorme

26.09.2022
Ieri le Filippine sono state colpite dal super tifone Noru. Anche partner e progetti di Azione Quaresimale sono stati toccati. Helena Jeppesen, responsabile del programma Filippine, fa una prima valutazione della situazione in loco.  

Domenica il super tifone Noru si è abbattuto sulle Filippine, in aree in cui operano organizzazioni partner di Azione Quaresimale. Quale è l’entità del disastro?
Il tifone Noru ha toccato la terraferma inizialmente sull’isola di Bordeos. Gli Agta, una delle comunità indigene sull’isola, hanno riferito che la distruzione di case, infrastrutture e coltivazioni causata dal super tifone è enorme. Poiché l’elettricità e le reti di telefonia mobile sono interrotte, le notizie che ci sono giunte dalle nostre organizzazioni partner sono ancora poche. Dalle notizie del Servizio meteorologico filippino sappiamo però che le zone più colpite sono le isole al largo della costa delle province di Quezon e Aurora e alcuni villaggi costieri.

In che modo Azione Quaresimale sostiene le persone nelle aree colpite?
Collaboratrici e collaboratori delle nostre organizzazioni partner sono stati in grado di procurarsi rifornimenti d’emergenza prima che il tifone colpisse la terraferma. Le persone nei villaggi sono state evacuate in anticipo in scuole, palestre e chiese, prima che fosse emanato il segnale di allerta di livello 5, il più alto. La preparazione alle calamità naturali viene praticata regolarmente nei villaggi in cui opera Azione Quaresimale. Questo ci permette di prevenire la morte di persone a causa di frane, caduta di alberi e tetti volanti. 

Noru è un super tifone: cosa significa?
Si tratta di un tifone del livello più alto (5 su 5), il che significa che raggiunge una velocità massima di 250 chilometri orari.

Il super tifone è legato anche al cambiamento climatico?
I meteorologi affermano che l’aumento di intensità del tifone Noru è senza precedenti. La velocità del vento è aumentata di 90 chilometri orari in un giorno. Questo è legato al riscaldamento degli oceani, che è una conseguenza del cambiamento climatico.

 

Aggiornamento del 30 settembre 2022

Area di progetto della nostra organizzazione partner TCD:
Molte zone delle Filippine rimangono isolate in seguito al passaggio del super tifone Noru. Solo alcune isole della costa orientale, come Polillo e Bordeos, hanno potuto ricevere i primi aiuti. Le condizioni meteorologiche sono ancora così avverse che l’uso di elicotteri e barche rimane molto difficile. Il prezzo della benzina e dei generi alimentari rende ancora più difficile l’intervento, nonostante le organizzazioni e le fondazioni abbiano promesso aiuti rapidi nella regione.

Area del progetto YAPAK:
Il villaggio costiero di Dingalam, dove si trova la nostra area di progetto, è in una situazione terribile. Centinaia di case sono state distrutte. Un nuovo edificio in cui le persone si erano rifugiate è stato danneggiato così gravemente che bambini, anziani, uomini e donne sono dovuti uscire di corsa. Molte persone sono state gravemente traumatizzate e hanno bisogno di aiuto. Un team di supporto psicologico arriverà nella zona tra il 7 e l’8 ottobre. Lavoreranno prima con i volontari e con i bambini traumatizzati.

Sostenga la popolazione delle Filippine colpita dal tifone

Scelga l'importo desiderato