Commento sull'Agenda 2030

La Svizzera vive a spese del mondo

06.07.2022
Nel suo rapporto pubblicato oggi, la Piattaforma Agenda 2030 non vede la Svizzera sulla strada giusta verso un mondo sostenibile. Azione Quaresimale assieme a oltre una cinquantina di altre organizzazioni chiede al Consiglio federale una leadership più forte per la trasformazione necessaria a dimezzare la povertà, a proteggere il clima e i diritti umani e a responsabilizzare la piazza finanziaria.

Il rapporto della società civile sottolinea la responsabilità del Consiglio federale di sviluppare soluzioni realmente trasformative. Restare nell’immobilismo con il pretesto di adottare accorgimenti estetici tinti con i colori degli obiettivi di sviluppo sostenibile non è sufficiente. È tempo di mostrare coraggio e leadership.

Cosa chiediamo alla Svizzera
La piattaforma Agenda 2030 richiede un’attuazione radicale dello sviluppo sostenibile in Svizzera e la riduzione dell’impatto sul resto del mondo. A tal fine, la Svizzera garantisce che i futuri accordi commerciali bilaterali conterranno criteri di sostenibilità vincolanti e non limiteranno i diritti di proprietà intellettuale sulle sementi. La Svizzera deve inoltre accelerare lo sviluppo delle energie rinnovabili per abbandonare i combustibili fossili, definire misure efficaci per eliminare la discriminazione nei confronti delle donne, dei disabili, dei migranti e delle persone razzializzate e definire parametri di riferimento per un’agricoltura ecologica nell’ambito del progetto di follow-up della politica agricola dopo il 2022.

Qui trova il rapporto della Piattaforma Agenda 2030 (in francese)

Sostenga le persone nel loro cammino verso l'autodeterminazione

Scelga l'importo desiderato